Cosa dovrei fare per smettere?

A proposito di cosa, da chi e perché hai bisogno di aiuto.

LEGGI e rifletti

A : non farti prendere dal panico

MANTIENI LA CALMA. NON OCCORRE AGITARSI. E POI IL PANICO CONFONDE LE IDEE.

PER OGNI PROBLEMA ESISTE UNA SOLUZIONE

SI TRATTA DI TROVARE QUELLA GIUSTA, QUELLA PIU' ADEGUATA AL TUO CASO E AL TUO PROBLEMA.

B : non contare sulla tua volontà

LASCIA PERDERE LA TUA VOLONTA'. NON CONTARCI. NON CE L'HAI.

E TU LO SAI.

A FATICA RIESCI A VEDERE CHE QUALCOSA NON FUNZIONA COME DOVREBBE.

C : non starai male ,se...

TI FA PAURA LA CARENZA E NON VORRESTI DOVERTELA FARE? NON DEVI FARTELA.

PENSI CHE AVRAI UN SACCO DI AGITAZIONE, ANSIA,DEPRESSIONE,PAURA,ALLUCINAZIONI DA "VIAGGIO"?

NON DEVI AVERNE.

NON STARAI MALE SE TI AFFIDERAI A DEGLI ESPERTI, SE SEGUIRAI I LORO SUGGERIMENTI ALLA LETTERA, SE EVITERAI IL FAI DA TE.

D : delega: lascia fare agli altri

Per quanto ti sembri di essere lucido e di dire e pensare cose logiche e razionali, devi tener conto che la droga non é un oggetto indifferente ed estraneo per te: potrebbe ingannarti il ricordo del piacere o il desiderio di quella condizione felice che ti ha dato la sostanza.

DELEGA! LASCIA FARE AD ALTRI.

In questo momento faresti bene a dubitare della tua capacità di vedere chiaro in questo rapporto tra te e la droga, altrimenti rischi di fare e rifare una serie di tentativi fallimentari.
Potrebbe anche succederti che una parte del tuo cervello, di cui puoi non essere consapevole e che quindi non controlli,ti spinga in direzioni solo apparentemente buone, con l'intento di non rinunciare e di continuare a farti.
E' un inganno assai comune!

Ancora: ASCOLTA LE ESPERIENZE DEGLI ALTRI.

Potrebbero esserti di aiuto. Ma anche qui é necessario ascoltare con un certo spirito.
Se ti poni come giudice e svaluti ciò che ascolti, finirai per perderti l'essenza di ciò che ti viene detto. ANCHE SE LA TUA ESPERIENZA E' DIVERSA, CON GLI ALTRI CONDIVIDI COMUNQUE LA DROGA.

E QUESTO PRODOTTO HA DEGLI EFFETTI SUL CERVELLO E SULL'ORGANISMO CHE NON DIPENDONO SOLO DA TE

 

OCCORRE CHE QUALCUNO TI AIUTI

a capire che smettere=chiudere

smettere cioé presuppone che tu ti predisponga per un tempo sufficientemente lungo a
VIVERE SENZA SOSTANZE E METTERTI ALLA PROVA DA LUCIDO
Ci sono dei motivi ragionevoli per cui si rende indispensabile l'astinenza dagli stupefacenti. Potresti non coglierli o trovarli eccessivi . Ecco perché é necessario che qualcuno ti spieghi cosa si deve fare e a che cosa servono alcune cose che a te possono anche costare fatica.
Anche se all'apparenza questo passaggio ti può sembrare scontato, nella realtà é più facile a dirsi che a farsi!

a non stare male

Anche se nel frattempo sei diventato un piccolo chimico e conosci perfettamente le sostanze e i loro effetti e magari ti sei anche specializzato in farmacologia,per cui sai esattamente quali farmaci ti occorrono,in quale quantità e per quali sintomi, affrontare l'astinenza e le sue manifestazioni,sia quelle fisiche che quelle mentali (ansie varie, paranoie, depressioni, allucinazioni,deliri,ecc.) potrebbe rivelarsi difficile anche per un esperto come te.
Il FAI DA TE in questi casi si rivela fallimentare : per eliminare in modo definitivo ( e non temporaneo) e radicale ( non come quando per scendere ti aiuti con l'alcool, gli oppiacei o i vari psicofarmaci, e per risalire fai le operazioni inverse) i sintomi, occorre una conoscenza più approfondita.
Senza contare che, strada facendo, correresti il rischio di passare da una intossicazione all'altra o di arenarti sulla storia de "l'ultima volta e poi basta sul serio".E tu lo sai bene, se sei onesto con te stesso.
ATTENTO: a questo riguardo c'é una trappola assai comune:
NON C'E' MAI DISINTOSSICAZIONE ABBASTANZA BUONA A COPRIRE IL TUO DISAGIO O LA CARENZA, non perché non sia possibile eliminare i possibili sintomi: E' CHE, in questo momento, NON C'E' NULLA DI BUONO PER TE AL DI LA' DELLA DROGA.

a capire che puoi farcela

E' importante comprendere insieme a te quali sono LE TUE PREVISIONI INTORNO ALLA TUA CAPACITA' DI FARCELA.

Se pensi di non riuscirci, qualsiasi passo ti sembrerà impossibile

FATTI AIUTARE A CAPIRE SE LE TUE IDEE SONO REALI O NO.

Se pensi che non é un problema per te, rischi di non raggiungere l'obiettivo

FATTI AIUTARE A CAPIRE SE STAI SOTTOVALUTANDO LA SITUAZIONE.

Occorre anche che qualcuno ti aiuti a riconoscere i momenti e le circostanze più a rischio per te, quelle in cui più rischi di fallire e assumere droga.
Parlare delle tue fantasie intorno allo "stare senza droga" e individuare i fattori e gli eventi stressanti vuol dire cominciare a vedere DOVE hai bisogno di sostegno e CHE TIPO di sostegno ti occorre.

TRACCIARE LA MAPPA DELLE TUE PRIME NECESSITA'

anche se può sembrare superfluo, é in realtà uno dei passi più importanti per consentirti di realizzare i tuoi obiettivi

a scegliere la TUA soluzione

Le soluzioni per smettere non sono uguali per tutti. Occorre trovare quella che si addice al tuo caso. E ci sono molte variabili da considerare.
Soprattutto nelle fasi iniziali. In realtà,però, in questo momento
E' LA DROGA A SCEGLIERE
é il tuo rapporto con lei a imporre le decisioni da prendere e le soluzioni da adottare.
E NON E' UN PROBLEMA DI QUANTA NE USI, QUANTO FREQUENTEMENTE E DA QUANTO TEMPO.
Il tuo desiderio e la tua capacità di controllarlo più o meno a lungo, date certe condizioni, rendono indispensabili delle misure che ti conducano a uscire da questo problema.

 

TIENI CONTO CHE...

Occhio alle tue difese! Sono gli ostacoli più potenti al tuo cambiamento. Le più comuni in questa sezione.

A : é difficile ammettere di avere un problema

EVITANDO DI GUARDARLO NON POTRESTI CHE PEGGIORARE LA TUA SITUAZIONE!

B : certe soluzioni ti sembreranno più appetibili

Certe soluzioni ti sembreranno più interessanti, più logiche, più adatte a te e forse anche più accettabili, perché ti lasciano libero di gestire il tuo tempo e le tue cose: ad una certa età si fa fatica a lasciare che gli altri decidano per noi!

TU : SEI VERAMENTE LIBERO DI GESTIRTI? O E' LA DROGA CHE GESTISCE TE?

Se cerchi di adattare il problema alla tua realtà sei sulla strada sbagliata: sei tu che ti devi adattare alla realtà del problema, se vuoi lasciartelo alle spalle, altrimenti sarà sempre la droga a dettare le regole della tua vita!

C : alcune situazioni ti parranno assurde

Quando ti diranno di parlare di te e della tua famiglia, dei tuoi amici, dei tuoi interessi, del tuo partner, dei tuoi figli - se ne hai -, potresti ritenere assurdo rispondere a queste domande e potresti pensare e dire che il problema sei tu, anzi la droga, anzi la noia o la voglia di divertirti, o...
Hai ragione: solo che TU TI MUOVI DENTRO UN SISTEMA e parlarne può aiutarti a vedere COME lo fai e a capire se questo modo é adatto o no a:

STAR BENE CON QUELLO CHE HAI.